Logo Optocantieri
Regione Toscana   Regione Toscana
Dipartimento per lo Sviluppo Economico
 
Unione Europea   Commissione delle Comunità Europee
Direzione Generale per le Politiche Regionali
 
PRESENTAZIONE GENERALE
Presentazione generale
Le tecniche di pulitura laser nel restauro
L'indagine riflettografica dei dipinti
Il monitoraggio ambientale in musei e gallerie
Scansione 3D e Realtà Virtuale
Il Cantiere pilota in Palazzo Vecchio
Le diagnostiche per le strutture architettoniche e lignee
Le tecnologie Radar per indagini non invasive
Il sistema informatico
Istituzioni ed aziende partecipanti
Pagina iniziale

Nel corso degli ultimi anni si è consolidata in Toscana un'esperienza di ricerca interdisciplinare e di trasferimento tecnologico, basata sulla partecipazione di istituzioni per la tutela, centri di restauro, centri di ricerca ed imprese. Gli obiettivi della rete così costituita sono la ricerca, lo sviluppo e la diffusione di tecnologie avanzate e di nuove metodiche per i beni culturali.

Il nucleo centrale di competenze scientifiche in questa esperienza è costituito dalle tecnologie optoelettroniche ed informatiche, che vedono in Toscana una concentrazione di attività nella ricerca pubblica e negli insediamenti industriali.

Le competenze nel campo della conservazione risiedono nei prestigiosi centri di restauro presenti in Toscana, quali l'Opificio delle Pietre Dure, il Centro di Restauro della Soprintendenza Archeologica della Toscana, le Soprintendenze delegate alla tutela dei beni artistici, architettonici ed archeologici, e nelle organizzazioni legate al patrimonio di città d'arte come Firenze, Pisa e Siena, fra i molti altri importanti centri storici.

Le politiche per l'innovazione tecnologica della Regione Toscana, sono state messe in atto nel 2000-2002 con il Progetto pilota RIS+ Toscana, Tecnologie per i Beni Culturali. Le valutazioni positive dei risultati ottenuti in questo progetto pilota hanno posto le basi per una organizzazione di queste competenze all'interno di una associazione denominata OPTOCANTIERI, in grado di proporre tecnologie avanzate a livello nazionale ed internazionale agli operatori del settore.

Le tecnologie proposte sono: le applicazioni laser al restauro di materiali lapidei e metalli, l'indagine riflettografica per i dipinti, la documentazione digitale 3D per scansione ottica e laser, il monitoraggio dell'ambiente museale, l'indagine con tecniche radar di siti archeologici, la diagnostica per le strutture architettoniche e lignee.

OPTOCANTIERI svolge nel 2002-2003 attività di dimostrazione e disseminazione, partecipa a progetti di ricerca avanzata per lo sviluppo di tecnologie per i beni culturali, propone attraverso le imprese consorziate servizi per le attivitą di recupero e conservazione di opere d'arte, monumenti ed edifici storici, organizza corsi di formazione di alto profilo professionale. Cantieri dimostrativi saranno aperti a Firenze alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, a Palazzo Vecchio ed alla Soprintendenza Archeologica; a Pisa, in Piazza dei Miracoli ed alla Chiesa di San Pietro in Vinculis; a Siena, nel sito della Fonte Gaia.

A livello Europeo la rete Toscana contribuisce a formare un cluster di iniziative, partecipando al Progetto Finalizzato Beni Culturali del CNR, alle Azioni COST G7 e G8 della Comunitą Europea, a progetti del 5o Programma Quadro (ONSITEFORMASONRY e Light Dosimetry), Tecnologie della Societą dell'Informazione, ed altri schemi Europei di ricerca e sviluppo, innovazione e trasferimento tecnologico.

  © IFAC-CNR, Firenze, 2003-2004 - Coordinamento Renzo Salimbeni - Realizzazione Daniele Andreuccetti.
  Pagine ottimizzate per una visualizzazione a schermo intero con risoluzione 800x600.